Ed eccoci arrivati nel periodo caldo delle feste di Natale. Inutile dire quanto stressante può diventare tra rincorrere regali, barcamenarsi tra inviti e parenti, organizzare cene pranzi, aperitivi e altro! I più fortunati partono verso mete tra montagna e mare, chi resterà in città si godrà un po di calma e tranquillità con o senza famiglia a seguito!

Ma per quelli che come me sono stai selezionati quest’anno come Osti della famiglia allargata, e – come me – brancolano nel buio per quanto riguarda prelibatezze da cucinare, beh ne ho selezionate un po in modo da – si spera – facilitarci il cammino!

Io da buona raviolaia non posso ovviamente rinunciare ai ravioli questo Natale (come tutti gli altri!). Ovviamente ci sono ravioli più e meno indicati alle circostanze. Di seguito un po di idee:

1. RAVIOLI NATALIZI AL CAPPONE

Il primo primo :) che noi proponiamo sempre per il pranzo di Natale sono ovviamente i ravioli al cappone. Sapore intenso, consistenza divina e profumo che solletica l’appetito immediatamente! Non importa se in formato grande con un ragù o al burro, o in un formato piccolo – generalmente cappelletto – cucinato al brodo. I ravioli al Cappone sono i prodotti ideali per questo Natale. Come facciamo noi il ripieno? Ecco a te la ricetta ;)

INGREDIENTI
100 gr di cappone (petto, coscia, cosa vi pare basta che non ci siano ossa)
1 carota, 1 gambo di sedano, mezza cipolla
1 scalogno
rosmarino
mezzo gambo di sedano
vino bianco
1 cucchiaino di parmigiano
sale
pepe

PROCEDIMENTO
Mettere a bollire il cappone con carota, sedano e cipolla e lasciare cuocere finchè la carne non si stacca bene dall’osso.
Una volta cotto il cappone utilizzate il petto o la coscia (le parti bianche) e scottale in una padella con lo scalogno, rosmarino e il sedano, sfumate con il vino bianco, salate e pepate.
Una volta raffreddato tritate il cappone con il suo succo di cottura nel mixer con un cucchiaino di parmigiano (ricordatevi sempre di assaggiare il ripieno per aggiustarlo di sapore come meglio credete).
Nel frattempo impastate uovo e farina e tirate la sfoglia sottile (per chi ha la macchina io uso sempre l’ultimo step, il più sottile), formate con il coppa-pasta dei cerchi del diametro che preferite, mettete al centro un pò di ripieno e chiudete a metà, formando delle mezzelune.
Cuocere i ravioli in acqua bollente, salata per alcuni minuti e scolateli.
Scaldare qualche cucchiaio della crema della stracciatella e saltare i ravioli con un poco di parmigiano.
Per decorare io ho fatto friggere qualche fetta sottilissima di carota e cavolo cappuccio rosso, scolate bene dall’olio e servite croccanti.

 

2. RAVIOLI NATALIZI ALL’OCA

Noi offriamo sempre tutti gli anni ai nostri clienti buongustai un’ampia scelta di piatti tutti genuini perfetti per ogni stagione e occasione o festività. Quest’anno mi sento di proporre sul podio un bel raviolo d’oca, che è un prodotto gastronomico che nasce dalla tradizione legata all’utilizzo dell’oca nella preparazione di un’articolata gamma di prodotti come il pane, i salumi e anche la pasta. Ovviamente rielaborando il tradizionale raviolo, oltre ad un impasto di carne d’oca, consiglio anche la sua forma caratteristica.

INGREDIENTI
1 petto d’oca
2 scalogni
4 carote
1 costa di sedano
3 rametti di timo e 3 di maggiorana
olio extravergine d’oliva
1 bottiglia di vino Barolo
noce moscata
1 panino
sale e pepe
1 sfoglia fresca
50 g di parmigiano reggiano

PROCEDIMENTO
Tritate finemente gli scalogni, le carote ed il sedano. Metteteli in un tegamino con poco olio e fateli cuocere a fuoco basso per 15, 20 minuti.

Aggiungete il petto d’oca a pezzi, fatelo rosolare quindi salate. Unite il Barolo, il timo e la maggiorana. Tenete a fuoco alto per 5 minuti, poi abbassatelo e continuate la cottura per un’ora circa, aggiungete se necessario del brodo.

Scolate l’oca dal suo sugo di cottura, tritatela al mixer, unite la noce moscate, una macinata di pepe e la mollica di pane ammorbidita nel latte e strizzata. Aggiustate di sale e pepe e mescolate bene col cucchiaio di legno per amalgamare.

Passate al mixer le verdure, rimettetele nel sugo di cottura dopo averlo passato al setaccio e tenete da parte per condire. Fate una sfoglia fresca, usando possibilmente uova di papera, tagliatela a strisce e distribuitevi sopra la farcia a mucchietti. Ripiegate la sfoglia sul ripieno, ritagliate i ravioli e cuoceteli in acqua bollente salata. Conditeli con la salsa ed il formaggio grattugiato.

 

3. RAVIOLI NATALIZI AL SALMONE

I miei preferiti! Perfetti per chi la cena del Venerdì Santo mangia pesce, i nostri ravioli al salmone si abbinano perfettamente a tutti i tipi di menu. Dal menu sofisticato con argenteria spolverata già dal Venerdì sera a quello più rustico e casereccio da trattoria e tante risate.

Noi li consigliamo sempre perché fanno un figurone anche con un condimento minimal, infatti con un ripieno di pesce fresco e di alta qualità si riesce tranquillamente a sentire la consistenza del salmone in bocca. Semplicemente divino.

INGREDIENTI
1/2 kg di ricotta vaccina
250 g di salmone
2 g Sale
2 g Pepe rosa

PROCEDIMENTO
Iniziare preparando il ripieno: mettere nel mixer la ricotta fresca ed il salmone affumicato. Frullare finchè risulti bello liscio. Intanto, preparare la pasta. Stendere la pasta con la macchinetta allo spessore 6 e posiziarvi il ripieno.